Archivio dell'autore: geniuscoach2016

Il Possesso Palla è importante nel calcio?

 

Quante volte addetti ai lavori ed appassionati di calcio si dividono sull’importanza del possesso palla nel gioco? Da una parte gli amanti del “tiki-taka”, dall’altra i “contropiedisti”: semplificazioni ed etichette da assegnare facilmente che però distolgono l’attenzione da quanto realmente avviene in campo.

Per poter verificare se esiste una correlazione tra possesso palla ed efficacia ho preso in esame le gare di Serie A disputate dopo il lockdown, utilizzando i report completi forniti dalla Lega Calcio e liberamente consultabili sul sito www.legaseriea.it. Dalle 120 partite totali, ho escluso quelle terminate col risultato di pareggio (26) e quelle nelle quali non è stata mantenuta la parità numerica per almeno 85 minuti (6).

Quante volte la squadra con la maggior percentuale di possesso palla ha vinto la partita?

 

 

Escludendo 5 partite nelle quali il POSSESSO PALLA è stato equamente diviso tra le due squadre (50/50), osserviamo che nel 63,9% dei casi ha vinto la squadra che ha tenuto più palla. Se consideriamo poi le sole gare in cui fra le due squadre c’è stata netta differenza, (PP superiore di 10 punti percentuali), la percentuale di vittoria associata al possesso palla sale al 71,4%.

Sempre grazie ai report della Lega Calcio ho cercato poi un’eventuale correlazione anche con altri due parametri, uno per la Fase offensiva ed uno per quella difensiva. Uno dei principi di tattica collettiva è l’Ampiezza: ho quindi preso in considerazione il dato sulla Larghezza Media della squadra in fase di Possesso.

La squadra che ha occupato maggiormente l’ampiezza (>1 metro) è risultata vincente nel 51,9 % dei casi.

Per la Fase Difensiva ho cercato un parametro che potesse esprimere al meglio il principio della Concentrazione: ho quindi utilizzato i valori della Lunghezza Media in non Possesso Palla.

Nelle partite prese in esame, la squadra che ha mantenuto la squadra più corta ha vinto nel 54,9% dei casi.

I dati ottenuti, riferiti ad un campione ristretto di gare e che quindi non possono definire una tendenza consolidata, ci dicono che squadre che mantengono più a lungo il possesso palla vincono con maggiore frequenza: Ampiezza in Fase Offensiva e Concentrazione in Fase Difensiva, pur rimanendo principi fondamentali del gioco del calcio, hanno minor correlazione con la vittoria.

Dai dati generali si possono poi trarre alcune considerazioni identificative delle singole squadre.

Sono state 14 le partite vinte da squadre che hanno “lasciato la palla” alla squadra avversaria (almeno 10 punti percentuali in meno): 3 su 14 hanno visto vincente la Sampdoria, 2 volte Parma Torino Cagliari ed Udinese. Per due volte a testa, Genoa Verona e Juventus hanno perso con un Possesso Palla nettamente superiore.

Milan e Sassuolo sono le uniche due squadre ad aver vinto almeno 4 partite sempre mantenendo il Possesso Palla superiore all’avversario, con la sola eccezione per entrambe di una gara in cui il dato è stato 50-50 (Milan – Juventus 4-2 e Fiorentina – Sassuolo 1-3).

Nella maggioranza delle partite vinte (83%) Atalanta ha avuto minore compattezza in non possesso rispetto all’avversario: questo dato può essere correlato all’identità della squadra di Gasperini, aggressiva in ogni zona di campo avendo quindi riferimenti mobili.


                              

Juventus in tutte le partite vinte ha occupato mediamente meno l’ampiezza rispetto alla squadra affrontata, al contrario Inter ha prevalso quasi sempre (85,7%) nel dato della larghezza media di squadra in fase di possesso. 

Pur avendo visto che la Concentrazione non ha un’elevata correlazione con la Vittoria, alcune squadre come Udinese, Sampdoria e Fiorentina ne hanno fatto un punto di forza, dimostrando di essere efficaci con compattezza difensiva e, nel caso delle prime due, minore possesso palla dell’avversario. 

Queste considerazioni, riferite ad uno spezzone limitato di campionato, non sono tali da individuare dei trend; è vero però che, attraverso lo studio dei dati, è possibile avere conferme o al contrario introdurre un dubbio sulle considerazioni di natura tecnico-tattica nel gioco del calcio. 

 

Analisi 15′ Bundesliga Matchday 26-30

Nelle 5 giornate di Bundesliga giocate dopo lo stop COVID-19 ho analizzato la produzione di XG (calcolati da understat.com) delle 18 squadre nei primi 15 minuti delle complessive 45 gare.

Per valutare quali sono le squadre che hanno “approcciato” meglio la partita ho utilizzato gli XP, grazie al simulatore di Danny Page.

Ho inoltre confrontato i valori con la classifica effettiva delle 5 gare in questione (è escluso il recupero di campionato werder-eintracht).

Quale incidenza ha il primo quarto d’ora ?

Nel 26,7 % delle gare, il risultato espresso dagli XP coincide con il risultato finale della gara. Con la stessa percentuale (12 volte su 45) si verifica coincidenza tra gli XP dei primi 15 minuti e quelli dell’intera partita.

Analisi XPoints Bundesliga 15 mag-2 giu

Classifica delle prime 4 giornate complete giocate dopo la sosta dovuta al COVID-19

Il Calcolo degli XPoints è basato sul numero di tiri in porta in relazione alle zone da cui sono stati effettuati.

A sinistra la classifica ordinata per XP, a destra quella relativa ai punti conquistati sul campo.

SQUADRAPUNTIXPSQUADRAPUNTIXP
lipsia89,8bayern128,8
wolfsburg69,29hertha107,23
bayern128,8dortmund97,89
dortmund97,89leverkusen94,3
colonia27,36lipsia89,8
hertha107,23monchengladbach75,87
monchengladbach75,87hoffenheim75,7
hoffenheim75,7werder74,18
schalke05,55wolfsburg69,29
frankfurt44,76dusseldorf54,5
dusseldorf54,5frankfurt44,76
leverkusen94,3augsburg43,93
werder74,18paderborn32,42
mainz23,98colonia27,36
augsburg43,93mainz23,98
friburgo23,88friburgo23,88
union13,73union13,73
paderborn32,42schalke05,55

Bundesliga MatchDay26

Nei giorni 16 – 18 maggio, oltre 2 mesi dopo l’ultima gara ufficiale, è tornata in campo la Bundesliga, il primo dei Top 5 Campionati a riprendere dopo lo stop dovuto al Covid-19.

Qui di seguito, un’analisi “numerico-tattica”, nella quale ho raccolto alcuni dati globali e particolari di situazioni all’interno di esse. Per 4 partite che ho integralmente esaminato, il derby Borussia Dortmund-Schalke, (forse la partita più analizzata nella storia della Match Analysis…), Eintracht-Monchengladbach, Union-Bayern e Werder-Leverkusen ho anche voluto “pesare” l’influenza delle mosse degli allenatori nel corso della partita.

La raccolta dati è stata fatta utilizzando per la quasi totalità il sito understat.com e fbref.com a supporto.

Compariranno sempre nelle analisi svolte i valori di XPoints, perché essendo calibrati da 0 a 3 li ritengo essere più facilmente intuibili. Per il loro calcolo, mi sono avvalso del Match Expected Goals Simulator di Danny Page.  

Per alcune situazioni ho voluto poi affiancare agli XG il calcolo personale dell‘Indice di Pericolosità.

1) Valori di XPoints sulla base delle zone da cui sono stati effettuati i tiri nel corso degli incontri, numero che metto a confronto con il risultato del campo. In 5 partite su 10, il risultato espresso dal campo non rispecchia la produzione di tiri in porta nell’arco della gara.

GARARISULTATOXP
Dortmund-Schalke4-01.93-0.86
RB Lipsia- Friburgo1-12.98-0.01
Hoffenheim-Hertha0-32.06-0.8
Dusseldorf-Paderborn0-01.78-0.99
Augsburg-Wolfsburg1-20.34-2.55
Eintracht-Monchengladbach1-31.37-1.44
Colonia-Mainz2-22.57-0.33
Union-Bayern0-20.75-2.07
Werder-Leverkusen1-40.97-1.86

2) Qual è stato l’approccio alla partita delle squadre impegnate? Ecco i dati dei primi 15 minuti di gioco:

GARAXGXP
Dortmund-Schalke0.08-0.061.09-1.04
RB Lipsia- Friburgo0.24-01.44-0.78
Hoffenheim-Hertha0.05-01.1-0.95
Dusseldorf-Paderborn0.09-01.17-0.91
Augsburg-Wolfsburg0.13-0.061.17-0.99
Eintracht-Monchengladbach0.14-0.660.55-2.05
Colonia-Mainz0.76-0.132.29-0.4
Union-Bayern0.14-0.061.21-0.96
Werder-Leverkusen0-01-1

3 squadre (RB, Colonia e Gladbach) hanno avuto un deciso impatto sulla gara. Sicuramente il match di Francoforte è stato fortemente indirizzato nei primi minuti: buon approccio della squadra di Rose aiutata però dagli errori dei padroni di casa che nelle fasi successive dell’incontro hanno avuto invece una buona produzione offensiva, come evidenzia il dato dell’intera gara.

3)  BORUSSIA DORTMUND – SCHALKE 04  

Dopo un avvio equilibrato, come evidenziato sopra anche dagli XP, il Dortmund è passato in vantaggio al 28’ con un gol del baby prodigio Haaland, azione propiziata da uno splendido third pass di Brandt per Hazard.  Azione non casualmente nata sulla fascia destra dei padroni di casa, poiché qui i giallo neri sviluppavano maggiormente il gioco, occupando questa zona con entrambe i trequartisti, come ben evidenziato anche da Achilleas Vanger nella sua clip.

Nei successivi 10 minuti:

 DortmundSchalke
Xg0.10
XP1.020.99
Produzione off1 tiro da area0
IPO1.30

Il Dortmund raddoppia al minuto 44. Nell’intervallo Wagner modifica lo schieramento della propria squadra passando dal 343 al 4312, inserendo due attaccanti Burgstaller e Matondo al posto della punta Raman e del difensore Todibo, spostando Harit dietro le punte e Caligiuri interno di centrocampo. Dall’ingresso in campo fino al gol del 4-0:

 DortmundSchalke
Xg0.620.08
XP2.030.54
Produzione off1 tiro da fuori, 1 cross, 1 occasione gol3 tiri da fuori, 1 cross, 1 punizione laterale
IPO10.92.9

Il Borussia Dortmund ha quindi chiuso la partita in poco più di un quarto d’ora ed ho ritenuto la restante parte di gara poco significativa.

4) EINTRACHT – MONCHENGLADBACH

Come detto prima, gara caratterizzata da un inizio sprint del Monchengladbach. Dopo il vantaggio di Plea:

 EintrachtMonchengladbach
Xg00.61
XP0.392.22
Produzione off01 occasione da gol
IPO010

In seguito al gol del raddoppio di Thuram una prima reazione della squadra di casa.

 EintrachtMonchengladbach
Xg0.140.61
XP1.270.87
Produzione off2 conclusioni di testa, 2 corner0
IPO5.40

All’intervallo Hutter inserisce un secondo attaccante, Andre Silva al posto di un centrocampista, Sow. Nel secondo tempo si nota una maggiore libertà di movimento del centrocampista Kamada, abile a posizionarsi nella zona di rifinitura alle spalle dei centrocampisti avversari. Nei primi 20 minuti del secondo tempo:

 EintrachtMonchengladbach
Xg0.150.04
XP1.250.92
Produzione off1 Azione promettente, 1 conclusione di testa, 1 corner, 2 cross2 tiri da fuori, 2 cross
IPO7.71.8

Al minuto 66 primo cambio di Rose che inserisce l’attaccante esterno Hermann al posto di Thuram. Non cambia la disposizione in campo della squadra. Al minuto 73 il Monchengladbach segna la terza rete su rigore. In questi 8 minuti:

 EintrachtMonchengladbach
Xg00.88
XP0.212.58
Produzione off1 corner, 1 cross1 rigore, 1 tiro da area, 1 tiro da fuori, 1 cross
IPO0.812.2

Al minuto 74 nuovo cambio di modulo per Eintracht che con l’ingresso di Hasebe e Chandler si schiera con un ultra offensivo 352 nel quale i due esterni sono Chandler e Kostic. Dopo pochi minuti Rose risponde con un doppio cambio e passa al 442. Contemporaneamente esce Kamada per Gacinovic. Al minuto 81 Andre Silva accorcia le distanze. In questa fase:

 EintrachtMonchengladbach
Xg0.260
XP1.520.74
Produzione off1 occasione gol, 3 cross1 cross
IPO10.60.2

Poco dopo il gol, Hutter arretra Hasebe nella linea dei 3 difensori ed inserisce Kohr al posto di Ndicka. Questa fase è ricca di azioni da segnalare per entrambe le squadre, ma è il Monchengladbach ad avere le migliori opportunità. Il bilancio è:

 EintrachtMonchengladbach
Xg0.140.92
XP0.432.25
Produzione off2 tiri da area, 4 cross, 1 tiro da fuori2 occasioni da gol, 1 punizione centrale, 1 tiro da fuori
IPO4.121.7

5) UNION – BAYERN

In avvio il Bayern mostra qualche amnesia difensiva, tanto che l’attaccante Ujah è bravo a muoversi in mezzo alla coppia centrale avversaria ed arrivare al tiro. Il Bayern passa al minuto 39 con Lewandowski su rigore. Fino all’intervallo:

 UnionBayern
Xg0.10.08
XP1.111.04
Produzione off1 tiro da area, 1 conclusione di testa, 1 corner1 azione promettente, 1 tiro da fuori, 1 corner, 1 cross
IPO45.5

Nel secondo tempo il Bayern assume maggiormente il predominio del campo, i due centrocampisti Kimmich e Thiago sono maestri nella gestione del possesso (cit. Il Terzo uomo) e la coppia centrale difensiva è ora attenta ad interrompere già in posizione avanzata le possibili transizioni avversarie.

Nessuna modifica da parte dei due allenatori fino al minuto 70, quando Hoffmann effettua un doppio cambio, senza modificare la disposizione tattica. Contemporaneamente Flick inserisce Coman per Goretzka.

Dal minuto 70 fino al raddoppio di Pavard:

 UnionBayern
Xg0.030.16
XP0.91.27

Dopo il gol del 2-0, nei restanti 10 minuti più recupero verranno effettuate 5 sostituzioni, una di queste vede Kroos entrare nell’Union Berlin: sarà proprio lui ad avere il miglior tiro in porta di questa fase.

 UnionBayern
Xg0.230
XP1.460.77
Produzione off1 tiro da area, 1 corner, 4 cross1 azione promettente, 1 corner, 1 cross
IPO2.74.8

6) WERDER – LEVERKUSEN

Partita dal canovaccio tattico facilmente riconoscibile: controllo del gioco da parte degli ospiti con alta percentuale di possesso palla e werder attento a fare densità nella propria metacampo.

Al 22’ Bosz decide di invertire gli attaccanti esterni del 4231 Diaby e Wirtz. Spostato a destra, Diaby va prevalentemente ad occupare l’ampiezza del campo, con inserimenti centrali del terzino weiser. Dopo sei minuti dal cambio, il Leverkusen passa con Havertz, servito proprio da Diaby.

Ecco il bilancio della frazione di primo tempo seguente la mossa di Bosz.

 WerderLeverkusen
Xg0.61.05
XP0.811.85
Produzione off1 occasione gol, 1 azione promettente, 2 conclusioni di testa, 1 tiro da fuori, 1 corner1 occasione gol, 1 azione promettente,1 conclusione di testa, 1 punizione laterale, 1 tiro da fuori, 2 corner
IPO19.518.6

E’ una seconda parte di tempo molto movimentata, al gol del vantaggio il werder reagisce infatti con immediato pareggio.

 WerderLeverkusen
Xg0.140
XP1.270.87

Bastano però quattro minuti al Leverkusen per tornare in vantaggio.

 WerderLeverkusen
Xg00.42
XP0.581.84

Nei 10 minuti successivi al vantaggio del Leverkusen assistiamo ad un’importante reazione del werder:

 WerderLeverkusen
Xg0.410
XP1.80.6
Produzione off1 occasione gol, 1 azione promettente, 1 conclusione di testa, 1 tiro da fuori, 1 corner
IPO16.80.6

Dopo l’intervallo osserviamo due modifiche: nel werder, la posizione del mediano Vogt è più arretrata, spesso allineata al centro della difesa in un 541 (fase difensiva). Nel Leverkusen, Diaby (sn) ed il 2003 Wirtz (dx) giocano nelle posizioni di partenza.

Nei primi 10 minuti, pur non arrivando al tiro, il Leverkusen dà l’impressione di poter chiudere la gara:

 WerderLeverkusen
Xg0.060
XP1.120.94
Produzione off1 tiro da fuori, 2 azioni promettenti
IPO0.78

Al 55’ Kohfeldt effettua il primo cambio inserendo J. Eggestein per Bargfrede. Dopo cinque minuti arriva il terzo gol del Leverkusen.

 WerderLeverkusen
Xg0.090.63
XP0.492.12

Sul risultato di 1-3, il Leverkusen chiude l’incontro. Entrano subito Bellarabi e Bailey per Wirtz e Diaby, a dimostrazione del grande potenziale offensivo delle “aspirine”. Il bilancio dei successivi 10 minuti è questo:

 WerderLeverkusen
Xg0.070.47
XP0.721.69

Al minuto 72 due sostituzioni per il Werder e Vogt ritorna a centrocampo, il modulo è 4312. Nel Leverkusen , Baumgartner sostituisce Amiri e Demirbay avanza in appoggio alla punta centrale Havertz. Dopo cinque minuti proprio Demirbay segna il gol del 4-1 che chiude definitivamente la partita.

 WerderLeverkusen
Xg0.050.63
XP0.492.08
IPO (61’-77’)6.813.5

7 )  Concludo l’analisi prendendo in esame cosa è avvenuto nelle altre gare in seguito alla segnatura di un gol (escludendo quelli di largo vantaggio e quelli segnati negli ultimi minuti di gioco).

 LIPSIA XPFRIBURGO XP
33’-43’ (0-1)0.991.1
76’-86’ (1-1)1.340.83
 HOFFENHEIM XPHERTHA XP
57’-59’ (0-1)0.671.66
59’-69’ (0-2)1.21.01
 AUGSBURG XPWOLFSBURG XP
53’-63’ (1-1 Augsburg)0.981.04
 COLONIA XPMAINZ XP
5’-15’ (1-0)0.871.25
52’-60’ (2-0)0.522.1
60’-70’ (2-1) *pareggio del Mainz al 71’1.190.9
71’-81’ (2-2)1.640.95

Si recupera l’evento rimandato per maltempo lo scorso 24 febbraio!

Una mattinata di full immersion assieme al Mental Coach Professionista Moreno Marchesini ci aiuterà a capire come determinate competenze in ambito comunicativo e gestionale permettano di migliorare concretamente il lavoro dell’allenatore di calcio.

 

 

LA FASE TATTICA DEI GESTI TECNICI

Sabato 17 marzo alle ore 9,30 presso il Centro Sportivo di Calderino (BO), ospiti della ASD MSP CALCIO, si terrà il nuovo incontro dedicato agli allenatori di settore giovanile dal titolo “LA FASE TATTICA DEI GESTI TECNICI”.

Relatore del corso è Alessandro Zauli, allenatore di lunga esperienza nei vivai di club professionistici quali Ravenna e Forlì ma anche alla guida di prime squadre (Forlì, Russi, Copparese).

“L’insegnamento della tecnica calcistica è determinante per la formazione e il consolidamento del calciatore; le strade per raggiungere l’obiettivo possono e debbono essere diverse per ogni singolo allenatore, ma la cosa importante è che di diverso non vi sia mai l’impegno e la passione nel trasmettere il proprio sapere. Insegnare, a tutti i livelli, è prima di tutto una missione, è la gioia di condividere con altri le proprie conoscenze e di riceverne a propria volta delle nuove; insegnare è fare qualcosa per gli altri, senza secondi fini o vantaggi vari; questa dovrebbe essere la morale di ogni esistenza.”